Dieta personalizzata per minorenni: consigli alimentari

Dieta drastica Planck: perdi fino a 9 kili i 2 settimane

A volte, anche i nostri figli sentono la necessità di mettersi a dieta, ma quando si parla di ragazzi e ragazze minorenni bisogna fare molta attenzione, affinchè non cadano in diete troppo drastiche o in disturbi alimentari. Il più delle volte sono le ragazze a sentire questa necessità, per piacersi di più e stare meglio nel proprio corpo che cambia, ma spesso seguono diete fai-da-te completamente sbagliate, magari suggerite dall’amica del cuore.

Come deve comportarsi un genitore?

E’ legittimo per un genitore allarmarsi davanti a un figlio o una figlia che improvvisamente diminuisce in modo drastico le calorie dalla sua alimentazione, ma non c’è niente di più sbagliato, soprattutto in una fase delicata come l’adolscenza, che mettersi a proibire o vietare. E’ giusto che un ragazzo o una ragazza in età adolescenziale voglia prendersi cura del proprio corpo, ed è compito dei genitori indirizzarlo nella maniera più appropriata.

Le abitudini sbagliate degli adolescenti di oggi.

Sono molte le abitudine errate dei nostri figli: la maggior parte salta la colazione, che è invece il pasto più importante della giornate ed è fondamentale perchè rimangano concentrati a scuola ed abbiamo le energie necessari per affrontare gli impegni quotidiani. Spesso non mangiano il pesce né la carne, se non sotto forma di hamburger poco sani e poco nutrienti. Consumano troppi dolci e troppe bibite gassate, e fanno poca attività fisica.

Lo sport è importante?

Lo sport è fondamentale nella vita di ogni persona ma, soprattutto durante la crescita, un po’ di sana attività sportiva è indispensabile per sviluppare al meglio la muscolatura e mantenere il peso ideale, oltre ad avere effetti benefici anche dal punto di vista mentale.

ESEMPIO DI MENU

A colazione alternate latte o yogurt con biscotti secchi, cereali integrali, o fette biscottate con la marmellata. Sì a frutta fresca di stagione, spremute o una manciata di frutta secca, no a succhi iperdolcificati e merendine confezionate, piene di grassi e conservanti.
Lo spuntino di metà mattina è fondamentale, soprattutto quando si frequenta la scuola: un pacchetto di craker, un frutto di stagione o uno yogurt magro.
A pranzo, 80gr di pasta o riso condito con un sugo light a base di verdure, accompagnato da un insalata fresca condita con un cucchiano di olio, aceto o limone. Il sale andrebbe sempre usato con moderazione.
Per lo spuntino di metà pomeriggio, vale quanto detto per quello di metà mattina.
A cena, alternare 150gr di pesce/120 gr di carne bianca/2 uova sode o alla coque/100gr. di ricotta o fiocchi di latte/minestrone di verdure o passati. Accompagnare con verdura cotta o fresca a volontà e una fetta di pane integrale.

E I DOLCI?

I dolci, soprattutto nei ragazzi, sono una grossa tentazione e sarebbe sbagliato bandirli completamente dalla loro tavola. Sì dunque, una volta ogni tanto, a torte e dolci fatte in casa o a un quadratino di cioccolata (meglio se fondente), a patto però di eliminare qualcosa dal menu di quel giorno (magari la fetta di pane, o il cucchiaio di olio per condire) e intensificare l’attività fisica.

E’ importante comunque sempre tener presente che i nostri figli devono crescere e spesso questo diventa il modo migliore per perdere quei kili di troppo e ritrovarsi a proprio agio nel proprio corpo.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nutrizionista Rossi

Nutrizionista Rossi

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.