Dimagrire in menopausa: cosa devi fare

Dimagrire in menopausa è l’obiettivo di tantissime donne over 45, che si trovano ad affrontare un momento biologico molto delicato.

Come dimagrire durante la menopausa: consigli generali

Capire come dimagrire in menopausa è molto importante non solo per la forma fisica, man anche per altri aspetti della salute. Durante la menopausa, per via della mancanza di estrogeni, si è infatti più esposti al rischio cardiovascolare.

Prevenirlo è possibile? Certamente sì e grazie a una corretta alimentazione, che dovrebbe essere il più vicina possibile al modello della dieta mediterranea ed essere caratterizzata da un’attenzione importante all’assunzione di verdure.

Dimagrimento in menopausa: quali principi nutritivi ridurre

L’attenzione alle strategie per dimagrire in menopausa implica il fatto di considerare la riduzione di alcuni principi nutritivi. Quali di preciso?

In cima a questa lista è possibile ricordare i grassi di origine animale, come per esempio il burro, che non risultano funzionali ai fini di prevenire le patologie cardiovascolari, oltre ad essere molto calorici e poco utili anche per il mantenimento della linea e del peso forma. Come sostituirli? Con olio di semi, olio extra vergine d’oliva o margarina.

Apporto idrico: una soluzione per dimagrire in menopausa

Una soluzione per dimagrire in menopausa è l’apporto idrico costante. Per quale motivo è importante?

Prima di tutto perché aiuta a combattere la ritenzione e a contrastare quei gonfiori a livello addominale e dei fianchi che sono fastidiosi a qualsiasi età e in menopausa in particolare, dal momento che si tratta di un periodo in cui il corpo cambia drasticamente e la donna può vivere molto male questa situazione.

In secondo luogo è bene ricordare che, in molti casi, la sensazione di sete viene presa per fame, spingendo a nutrirsi chi ha invece solo bisogno di bere. Consumare almeno 2 litri d’acqua al giorno è quindi una soluzione tanto semplice quanto efficace per dimagrire in menopausa.

L’importanza del ritmo sonno-veglia

Sembra strano, ma per dimagrire pancia e fianchi in menopausa è necessario dormire bene. Per quale motivo? Perché questa fase clinica della vita della donna, a causa di un’alterazione della funzione ipotalamica, capitano alterazioni del ritmo sonno-veglia, che portano ad attacchi di fame in caso di sonno notturno inferiore alle 7/8 ore.

Cosa fare per ovviare al problema? Le soluzioni sono diverse e comprendono l’assunzione di rimedi come la valeriana, che può aiutare a normalizzare il ritmo sonno-veglia e la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore che influisce anche sul mantenimento del peso forma.

A tal proposito è anche opportuno imparare a gestire lo stress, cercando di evitare possibili cause di alterazione dell’umore e impegnandosi a tenere sotto controllo le situazioni sicuramente stresso gene (nel 70% di questi casi si mangia di più e si ingrassa).

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nutrizionista Sofia Favaretto

Nutrizionista Sofia Favaretto

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.