Differenze tra acidi grassi omega3, omega6 e omega9

Differenze tra acidi grassi omega3, omega6 e omega9

Introduciamo questo articolo con una nozione fondamentale: i grassi sono una componente essenziale per riuscire a creare una dieta sana che possa contribuire al tuo dimagrimento ed al miglioramento del proprio fisico. I grassi più importanti per l’alimentazione sono gli acidi grassi omega 3, omega 6 e omega 9. Tuttavia, a un livello molto più profondo e molecolare, i grassi sono estremamente utili per adempiere ad una serie di funzioni essenziali, specialmente per quanto concerne quelle legate al nostro metabolismo corporeo. È infatti ben noto che una serie di malattie cardiovascolari possono essere sventate e prevenute grazie ad una serie di piccoli accorgimenti di tipo alimentare; la giusta quantità di grassi può dunque non solo dare un tocco in più ai piaceri della tavola, ma anche far sì che si svolga una vasta gamma di funzioni metaboliche fondamentali. All’interno di questo articolo tratteremo le differenze presenti fra gli acidi grassi omega 3, omega 6 ed omega 9. Gli Omega-3 sono noti principalmente per la loro azione preventiva nei riguardi della salute del cuore; inoltre si tratta di grassi di origine sia vegetale che animale. L’acido alfa-linolenico, ad esempio, è una forma vegetale di omega-3. L’Acido Alfa Linolenico, che non può essere prodotto dal nostro corpo, è fondamentale perché può essere ricavato solo tramite un’opportuna alimentazione; gli acidi grassi omega-6 più noti, invece, sono l’acido arachidonico e linoleico, il primo principalmente presente in olii vegetali, noci e semi, mentre il secondo risulta essere maggiormente presente nella carne e nelle uova. Rispetto agli acidi grassi essenziali polinsaturi omega-3 e degli omega-6, gli acidi grassi omega-9 sono solitamente monoinsaturi la loro produzione avviene all’interno dell’organismo, motivo per cui ci riferiamo a quelli come acidi grassi non essenziali, ossia non è necessari acquisirli tramite l’alimentazione. Tuttavia, questo non significa che sia una scelta saggia non consumare cibi contenenti questo acido grasso non essenziale, come ad esempio le gustose, per quanto caloriche, mandorle! La differenza principale, oltre che nelle proprietà, che verranno illustrate nel corso di questo articolo, consiste nella composizione chimica di questi acidi grassi essenziali polinsaturi, fondamentali nella nostra alimentazione.

Omega 3, omega 6, omega 9: cosa sono? Come funzionano?

Negli ultimi anni, grazie alla pubblicizzazione massima di prodotti come gli integratori alimentari e vitaminici, si è avuta la prova tangibile di quanto i grassi, ed in particolare gli acidi grassi appartenenti al gruppo omega sono diventati particolarmente noti, in quanto componenti basilari di un’alimentazione sana e completa. In particolare, omega-3 e omega-6 sono stati identificati come fondamentali per il loro beneficio che ne riceve il corpo, sia dal punto di vista cardiaco che dal punto di vista dietetico. Questi acidi grassi, come visto all’inizio di questo breve articolo, possono essere assunti tramite l’alimentazione o possono essere prodotti da alcuni organi e ghiandole presenti nel nostro corpo; le loro proprietà benefiche, fondamentali sia dal punto di vista organico, per quanto concerne soprattutto la prevenzione ed il trattamento di alcune patologie cardiache, che dal punto di vista alimentare, poiché inserire in una dieta equilibrata la giusta dose di integratori alimentari contenenti acidi omega 3, omega 6 ed omega 9 può portare ad un dimagrimento costante nel corso delle settimane di trattamento. Inoltre, questo genere di prodotti è rivolto anche a coloro che svolgono un’attività fisica costante, indipendentemente dall’intensità.

Ma come entrano in azione le proprietà di cui beneficia il nostro organismo? Si tratta di processi chimici, alcuni particolarmente complessi, che citeremo brevemente in questa sezione dell’articolo. Questi acidi grassi appartengono alla categoria degli acidi grassi insaturi, considerati maggiormente sani rispetto a quelli saturi, in quanto sono più facilmente assimilabili dall’organismo; la differenza sostanziale presente fra i tre acidi trattati consiste nei legami fra gli atomi di carbonio presenti all’interno degli stessi. Infatti, la scissione di questi acidi avviene già dal momento in cui il cibo, che assume il nome di bolo alimentare in tal caso, inizia il processo di digestione: sin da questo istante, i legami atomici vengono scissi, ossia le componenti principali di ogni alimento e di ogni singolo agente vengono divise in componenti più semplici, di modo che queste possano essere assimilate più agevolmente dal nostro organismo, senza problemi di natura intestinale. Sin dal momento in cui inizia questo processo, si manifestano le proprietà benefiche di questi acidi, grazie al metabolismo estremamente rapido di cui gode il nostro corpo, se in salute; in particolare, l’assunzione di alimenti e prodotti come integratori alimentari contenenti acidi polinsaturi della classe omega favoriscono la salute dell’organismo e la rapidità delle singole fasi metaboliche, accelerando i processi di scissione e consentendo di percepire già a distanza di pochi minuti gli effetti positivi di questi prodotti.

Omega 3, omega 6, omega 9: fanno dimagrire?

Dopo aver letto tutto questo in merito alla gamma di acidi grassi insaturi del gruppo omega, è più che lecito chiedersi: effettivamente i prodotti contenenti questi principi attivi risultano efficaci per quanto riguarda il dimagrimento? Ebbene la risposta è una sola: si, ma se assunti nelle giuste dosi. Grazie alla nascita ed alla diffusione di una grandissima quantità di integratori alimentari, dopo opportune fasi di sperimentazione e di test, è stato scientificamente e clinicamente testato che i prodotti per l’integrazione alimentare contenenti gli acidi grassi omega 3, omega 6 ed omega 9 risultano funzionali nei processi dimagranti, specialmente se questi sono associati ad una dieta equilibrata e ad un’attività fisica costante. Quante volte sarà capitato di leggere recensioni che definiscono questi prodotti come miracolosi, infallibili e privi di qualsivoglia difetto: tutto questo non è propriamente vero, perché spesso anche le testimonianze che possono apparire maggiormente degne di fiducia in rete, potrebbero non corrispondere completamente al vero. Questi prodotti, infatti, consentiranno di ridurre il peso ed il proprio girovita, grazie all’accelerazione dei processi metabolici garantiti da alcuni integratori alimentari.

  • · Gli acidi grassi omega 3 svolgono un ruolo fondamentale nella gestione del peso e possono aiutare a contribuire a ridurre la circonferenza della vita, eliminando quelle fastidiose maniglie dell’amore. Inoltre, consumare questi prodotti regolarmente nella propria dieta può aiutare a ridurre la quantità di grasso accumulata nel fegato.
  • · Gli acidi grassi omega 6, invece sono principalmente usati per quanto concerne i processi metabolici, riuscendo a dare immediatamente energia al corpo e portando a sentire una scarica di energia improvvisa: sarete pronti a svolgere qualsiasi mansione, nel miglior modo possibile.
  • · Infine, anche il consumo di cibi ricchi di acidi grassi omega-9 può avere un impatto positivo sulla salute. Le diete che sostituiscono alcuni grassi saturi con grassi omega-9 possono avere benefici per la salute metabolica, contribuendo al dimagrimento generale.

Omega 3, omega 6 ed omega 9: dosi ed indicazioni per l’uso

Gli integratori omega 3, 6 e 9 di solito forniscono ciascuno di questi acidi grassi in proporzioni adeguate, come 2:1:1 per omega 3:6:9. Pertanto, è meglio concentrarsi sulla dieta per ottenere un buon equilibrio di acidi grassi omega 3, 6 e 9. Questo dovrebbe comportare il consumo di almeno due porzioni di pesce grasso alla settimana e l’utilizzo di olio d’oliva per cucinare e condire l’insalata, la migliore amica di ogni dieta ipocalorica. Gli integratori alimentari contenenti la classe di acidi grassi omega sono venduti in confezioni il cui contenuto è adatto ad un trattamento duraturo, fino ad un massimo di dodici mesi. Le compresse presenti all’interno della confezione sono di un milligrammo, sono insapore e vanno assunti con abbondanti dosi di acqua. L’ideale è assumere questo integratore una volta durante i pasti, magari alla fine del pasto. Infine, è fondamentale ricordare che tutti i prodotti contenenti omega 3, omega 6 ed omega 9 utilizzati come integratori alimentari risultano essere al 100% naturali e vegetali e non OGM (ossia non si tratta di Organismi Geneticamente Modificati). Il prodotto potrà essere facilmente acquistato in farmacia, oppure anche online, presso siti specializzati. La dose appropriata di acidi grassi appartenenti alla classe omega dipende da diversi fattori come l’età dell’utente, la salute e molte altre condizioni: in particolare, per quanto concerne l’assunzione di integratori alimentari contenenti gli agenti naturali omega, non esiste un dosaggio generico ideale per una determinata categoria di soggetti; per questo motivo, risulta necessario un confronto costante e duraturo con il proprio dietologo o con il proprio medico curante al fine di riuscire a mantenere il dosaggio ideale per evitare di incorrere in problemi di alcun genere e beneficiare degli effetti positivi di questi prodotti.

Omega 3, omega 6 ed omega 9: controindicazioni ed effetti collaterali

Per quanto concerne l’utilizzo ed il consumo di integratori alimentari contenenti gli acidi grassi insaturi di classe omega, risulta fondamentale citare che i loro principi attivi risultano sicuro solo per soggetti che abbiano compiuto il dodicesimo anno di età e che non presentino difficoltà nell’assunzione e nel metabolismo degli stessi. Inoltre, si raccomanda caldamente di introdurli all’interno della propria dieta come parte del proprio fabbisogno calorico giornaliero richiesto, per un apporto complessivo compreso fra il 5% ed il 10% del totale. Evitare di esagerare per quanto concerne i dosaggi di questo principio attivo, per non incorrere in effetti indesiderati, specialmente dal punto di vista renale ed intestinale, oltre che metabolico. Si raccomanda nuovamente di contattare il proprio dietologo o il proprio medico curante prima di assumere questi prodotti o di variare in ogni modo le quantità ed il dosaggio per singola assunzione, per evitare di incorrere in alcun sintomo o patologia fra quelli citati nel corso di questo articolo.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Nutrizionista Rossi

Nutrizionista Rossi

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.