Dieta estiva veloce: in forma in una settimana, è davvero possibile?

Dieta Plank: guida essenziale per chi vuole dimagrire

Tra poco più di un mese parti per il mare e, come ogni anno, hai continuato imperterrita a mangiare schifezze e dolcetti senza fare attività fisica? Non vuoi sfigurare e stai pensando di provare un’estrema dieta estiva veloce e che dia risultati rapidi. Sicura che sia la via giusta da seguire?

Digiunando o mangiando pochissimo e ammazzandoti di sport non otterrai nulla, o meglio, magari perderai qualche chilo (per lo più liquidi), che però recupererai con gli interessi non appena consumerai un po’ più di cibo.

Quindi che puoi fare? Intanto devi prendere coscienza con il fatto che in una settimana o in un mese non si fanno miracoli e che probabilmente quest’anno la prova costume sarà deludente. Tuttavia, non disperare: puoi comunque provare a seguire una dieta estiva veloce ben impostata per asciugarti in vista del mare.

E’ chiaro però che dovrai, anche durante e soprattutto una volta terminate le ferie, continuare e portare avanti i buoni propositi.

Dieta estiva veloce: 4 regole base

  • Non saltare i pasti, ma consumane 5 al giorno;
  • Elimina le bevande gassate e alcoliche e bevi almeno 2 litri di acqua al giorno;
  • Evita di cenare dopo le 20.

Dieta estiva veloce: consigli utili

Colazione

Per cominciare la giornata facendo un pieno di energie è consigliabile:

  • bere un bicchiere di acqua e limone che aiuta a depurare l’organismo;
  • bere una tazza di thé o caffé senza zucchero;
  • mangiare un pasto costituito da carboidrati, proteine e grassi. Quindi un pancake con albume, farina integrale e di cocco; uno yogurt con frutta fresca e secca oppure uova e carni magre per chi predilige una colazione salata.

Spuntino e merenda

Per non patire la fame durante la mattina o il pomeriggio è preferibile mangiare un piccolo frutto, uno yogurt magro o una manciata di frutta secca.

Pranzo e Cena

In linea generale sia a pranzo sia a cena dovrebbe valere la regola del piatto unico. Nell’immagine si evince come poter organizzare un piatto con tutti i macronutrienti necessari.

L’unica cosa che si sconsiglia è di consumare la frutta subito dopo il pasto, poiché potrebbe fermentare e causare gonfiore. Come specificato poche righe fa, è preferibile mangiarla come spuntino o merenda.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Admin

Admin

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.