Dieta della frutta dimagrante: le regole da seguire

Mangiare solo frutta per perdere peso

La dieta della frutta è un regime dimagrante che a differenza di tante diete dimagranti non prevede che si pesi il cibo, né il rispetto di orari rigidi o categorie di cibi completamente vietate (fatta eccezione per alcuni alimenti light, per lo zucchero raffinato e per i dolcificanti). Tuttavia chi segue questa dieta deve pesarsi ogni giorno.

Come suggerisce il nome, la protagonista di questa dieta è la frutta, che può essere assunta anche per tamponare o correggere eventuali eccessi alimentari. Tra i frutti più indicati in questi casi troviamo l’ananas, che è l’antagonista dei grassi e la papaia che può essere assunta per ridurre il consumo di proteine e l’anguria per correggere gli eccessi di sale.

La dieta della frutta è un regime alimentare dietetico che può essere seguito per dimagrire e allo stesso tempo purificare l’organismo dagli eccessi dovuti a un’alimentazione troppo ricca. Ma vediamo nel dettaglio come funziona la dieta della frutta.

Dieta della sola frutta

Questa dieta si articola in tre fasi. Si inizia con un periodo di 7-10 giorni durante i quali si disintossica l’organismo mangiando solamente frutta, segue poi la seconda fase, che dura 20 giorni circa. Anche in questo secondo periodo la dieta è sempre a base di frutta, ma si inseriscono gradualmente, e in modo distanziato, tutti gli altri alimenti (cereali, carne, pesce, verdure, ecc.).

L’ultima fase è rappresentata da un periodo di mantenimento, che può durare per qualche settimana, ma anche per un tempo prolungato divenendo un vero e proprio sistema di alimentazione. In questo caso però è necessario osservare le regole per una corretta associazione degli alimenti.

Dieta frutta: ecco come seguirla

Prima di iniziare la dieta della frutta si deve scegliere un tipo di frutta, che dovrà essere selezionato secondo la stagione, ma anche tenendo conto dei propri gusti e dei problemi che si desiderano affrontare (ritenzione idrica, anemia, pelle impura, sovrappeso, ecc.). Tra i frutti più indicati per questa dieta troviamo ciliege, fragole, pesche, melone, albicocche, anguria e prugne.

La dieta della frutta può essere seguita in due modi:

  • La prima colazione viene completamente sostituita con un’abbondante razione della frutta prescelta, che deve essere mangiata cruda e senza l’aggiunta di zucchero o di altri alimenti. La dieta può durare circa un mese.
  • Tutti i pasti della giornata sono composti esclusivamente dalla frutta prescelta. In questo caso la diete deve durare 3 giorni.

Riportiamo di seguito un esempio di dieta della frutta, utilizzando il secondo metodo (tutti i pasti a base di frutta).

 

Esempio di menù giornaliero

 

Appena svegli:

un bicchiere di centrifugato fresco

 

Prima colazione:

mezzo kilo di frutta fresca

 

Spuntino di metà mattina:

un bicchiere di centrifugato fresco

 

Pranzo:

mezzo kilo di frutta fresca

 

Merenda:

macedonia, fatta esclusivamente con il tipo di frutta utilizzato. La frutta va sminuzzata e può essere condita a piacere con un po’ di vaniglia e di miele vergine

 

Cena:

mezzo kilo di frutta fresca.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nutrizionista Sofia Favaretto

Nutrizionista Sofia Favaretto

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.