Cosa non mangiare per dimagrire: gli alimenti dai quali stare alla larga

Cosa non mangiare per dimagrire: gli alimenti dai quali stare alla larga

Quando si vuole perdere peso è utile informarsi anche su cosa non mangiare per dimagrire. Esistono infatti degli alimenti che, anche se non causano un aumento di peso veloce, senza dubbio non facilitano la dieta.

Consigli per dimagrire velocemente: Alimenti anti dieta

Quando ci si chiede cosa non mangiare per dimagrire è bene pensare prima di tutto agli alimenti fritti. Sono senza dubbio succulenti, ma altrettanto poco favorevoli alla perdita di peso. Un esempio? In 100 grammi di patatine fritte – consumate tantissimo durante gli aperitivi a casa e non solo – ci sono 150 calorie.

In questo caso è molto meglio consumare un bel piatto di patate lesse o, se proprio si vuole esaltare il gusto, cotte al forno.

Cibi dannosi per la dieta: attenzione alle bibite gassate!

Un capitolo a parte quando ci si documenta su cosa non mangiare per dimagrire riguarda le bibite gassate industriali.

Si tratta di veri e propri killer non solo delle diete dimagranti, ma della forma fisica in generale. A causa dell’eccessivo contenuto di carboidrati, le bibite gassate industriali sono infatti foriere di calorie!

Anche le bevande light andrebbero bandite, in quanto non contengono zucchero ma dolcificanti artificiali come l’aspartame, una sostanza che, come dimostrato da diversi studi internazionali, mette a repentaglio la struttura delle cellule cerebrali.

Se proprio si ha voglia di una bevanda gustosa e aromatizzata si può ricorrere alle super salutari acque aromatizzate alla frutta o ai semi.

Alcol e dieta, un binomio inconciliabile

Un ulteriore approfondimento in merito a cosa non mangiare per dimagrire è legato alle bevande alcoliche, che dovrebbero essere bandite da qualsiasi dieta dimagrante.

Si tratta infatti di soluzioni che causano un aumento di peso grazie al considerevole apporto di calorie che, in generale, cresce in maniera direttamente proporzionale al tasso alcolemico.

Da evitare è anche la birra che, pur essendo poco alcolica, fermenta e determina un fastidioso gonfiore addominale.

Cosa eliminare dalla dieta: bando ai surgelati!

L’ultimo punto da considerare quando si parla di cosa non mangiare per dimagrire riguarda i surgelati. Gli alimenti di questo tipo possono allettare in quanto rapidi da cucinare e apparentemente completi. Il rovescio della medaglia riguarda però la presenza di numerosi additivi che, oltre a essere in generale poco benefici per la salute, sono anche molto calorici.

Queste indicazioni ci aiutano a capire che per una dieta sana è necessario lasciare spazio ad alimenti freschi e a carboidrati provenienti possibilmente da pasta e pane integrale. I dolci possono essere consumati con moderazione, evitando quelli industriali e prediligendo soluzioni dolcificate in maniera naturale con stevia, miele o sciroppo d’acero.

Da eliminare o ridurre fortemente è il consumo di zucchero bianco nel the o nel caffè, in quanto non porta nulla dal punto di vista dei principi nutritivi ma contribuisce solo ad alzare il picco glicemico, protrando il corpo a richiedere altri carboidrati.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nutrizionista Sofia Favaretto

Nutrizionista Sofia Favaretto

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.