Come dimagrire con il miele

Il miele è un prodotto naturale delle api conosciuto per le sue proprietà benefiche fin dall’antichità: esistono tantissimi reperti storici, come i papiri egizi, la Bibbia, le lettere di Ippocrate e quelle di Aristotele, che illustrano come il miele sia sempre stato utilizzato dall’uomo come farmaco per curare le malattie.
Ma il miele ha solo proprietà curative naturali? Secondo il nutrizionista Mike McInnes il miele è un alimento che potrebbe aiutare a ridurre il peso in eccesso, attraverso la sua assunzione regolare ogni giorno, nonostante sia ricco di zuccheri.
L’esperto nel settore, infatti, assicura che assumendo una piccola dose di miele prima di coricarsi, esso può affievolire la voglia di zucchero e aiuta a bruciare i grassi durante il sonno: questo metodo pare aiuti a perdere fino a tre chili a settimana!
Se vi state chiedendo per quale motivo un alimento molto zuccheroso aiuti a dimagrire, la risposta si pone su un concetto piuttosto semplice: il miele è una combinazione naturale di glucosio e fruttosio, due zuccheri semplici, i quali vanno a sostituire gli zuccheri raffinati che sono presenti in tutte le ricette di snack, dolci da supermercato e caramelle molto elaborate. Questa sostituzione porta l’organismo a attenuare la richiesta di zucchero giornaliera.

IL MIELE PUÒ ESSERE D’AIUTO IN UNA DIETA DIMAGRANTE

Il miele è la sostanza zuccherina elaborata dalle api mellifere e non da altri animali, che viene estratto dal nettare dei fiori; nessuna sostanza può essere aggiunta o sottratta al prodotto delle api, affinché possa essere definito tale.
Il miele, essendo un prodotto interamente di origine vegetale e animale, possiede le caratteristiche ideali per essere un ottimo sostituto degli zuccheri troppo raffinati.
Per dimagrire, dunque, alcuni esperti consigliano di sostituire lo zucchero col miele: infatti, a parità di peso, il miele contiene circa il 22% in meno di calorie. L’ideale sarebbe poi incominciare la giornata con un paio di cucchiai di miele in una tazza di acqua calda o di tè e, durante gli spuntini, optare per il classico pane tostato e miele spalmato. Per concludere la giornata, si consiglia sempre una tisana calda addolcita con un cucchiaino di miele, possibilmente grezzo.
Sarebbe, dunque, importante eliminare lo zucchero e tutte le pietanze che lo contengono.
Naturalmente, come ogni altro alimento che aiuti a dimagrire, va accompagnato da una buona dose di attività fisica giornaliera e da una sana alimentazione che esclude bibite gassate, merendine preconfezionate e alimenti troppo grassi.
Per assicurarsi una dieta del miele efficace, come alimenti si dovrebbero prediligere i carboidrati non raffinati: infatti, la farina troppo raffinata e il riso bianco possono portare a elevate concentrazioni di zucchero nel sangue, di conseguenza anche elevati picchi di insulina. I carboidrati integrali, invece, sono ricchi di fibre e danno una sensazione di sazietà, un metabolismo più accelerato e motilità intestinale.
Gli alimenti proteici, gli ortaggi e la frutta sono ideali per la dieta del miele: carni bianche, pesce, uovo sono alimenti che si possono assumere moderatamente ogni giorno, così come le verdure; mentre bisogna scegliere la frutta meno calorica e mangiata non più di due volte al giorno.
I latticini dovrebbero essere non scremati, poiché aumentano gli zuccheri al suo interno e vanno consumati con parsimonia: uno yogurt e non più di mezzo litro di latte al giorno.
Strano ma vero, in questa dieta dimagrante andranno eliminate completamente le patate. Questo alimento, infatti, sembra sia responsabile di innalzare troppo la glicemia nel sangue e tendono ad ostacolare il metabolismo dei grassi per il dimagrimento.

Tuttavia, alcuni dietologi e nutrizionisti sostengono che il miele sia un alimento troppo dolce per essere di aiuto a una dieta ipocalorica e va consumato con moderazione, soprattutto se si soffre di diabete mellito o problemi di insulino-resistenza.

IL MIELE SOSTITUISCE LO ZUCCHERO

Il miele è in grado addolcire un alimento molto più dello zucchero a parità di peso: per esempio, il miele di acacia contiene molto fruttosio, il quale ha un potere dolcificante più elevato rispetto allo zucchero raffinato. Per questo, basterebbe dimezzare la quantità di miele per eguagliare la stessa dolcezza dello zucchero: si può sostiuire un intero cucchiaio di zucchero con metà cucchiaio di un buon miele naturale.
C’è da considerare che il potere dolcificante del miele varia anche in base tipologia del prodotto e il migliore non sempre coincide con i propri gusti: dovrete assaggiare alcuni tipi di miele per capire qual è il vostro preferito!

IL MIELE È IDEALE PER GLI ATLETI E NON SOLO

Come già accennato, il miele è composto da due zuccheri semplici, il fruttosio e il glucosio, e da altre nutrienti molto importanti, quali proteine, minerali e vitamine. Alcuni studiosi hanno scoperto che questo prodotto alimentare è un’ottima fonte di carboidrati, quindi è una fonte di energia ideale per chi pratica sport e si può assumere prima, durante e dopo gli allenamenti.
Il nostro organismo riesce ad assorbire velocemente il miele ingerito, consentendo ai muscoli e ai vari distretti corporei bisognosi di utilizzare il prima possibile gli zuccheri contenuti nell’alimento.
Si dovrebbe preferire sempre rispetto al normale zucchero, poiché esso ha un vantaggio legato alla sua composizione chimica: il glucosio è lo zucchero che viene utilizzato subito dall’organismo, fornendo immediatamente l’energia necessaria allo sforzo, mentre il fruttosio resta disponibile in corpo più a lungo, per permetterne l’utilizzo durante le attività che richiedono una resistenza prolungata.

QUALE TIPO DI MIELE SCEGLIERE PER DIMAGRIRE

Non tutti sanno che viene consigliato un tipo particolare di miele per ogni necessità: esistono circa 200 tipi di miele e molti hanno proprietà specifiche per aiutare il nostro organismo.
Ad esempio, il miele di tiglio viene consigliato per conciliare il sonno, il miele di timo ed eucalipto sono di aiuto per combattere le infezioni respiratorie, il miele di rosmarino cura l’insufficienza epatica, ecc.
Ma esiste una tipologia di miele adatta per perdere peso più velocemente? Premettendo che ogni tipo di miele ha circa le stesse calorie per ogni 100gr, ovvero 300/310 calorie, pare che il miele di castagno sia consigliato nelle diete dimagranti per le sue proprietà drenanti, constrastando anche la cellulite. Utilizzandolo in un alimento, al posto dello zucchero, contrasta pure la stitichezza e la fermentazione dei gasintestinali.
Anche il miele di colza può essere consigliato per perdere qualche chilo e aiuta il fegato a eliminare le tossine del nostro corpo in eccesso.

IL DIABETE VA D’ACCORDO CON IL MIELE?

Nonostante la parola ‘mellitus’ in latino sia traducibile con ‘miele, dolce’ si tende a pensare che questa malattia non possa andare d’accordo con un alimento così ricco di zuccheri.
In realtà, si è visto che le persone affette da diabete mellito di tipo I e di tipo II hanno un valore glicemico nel sangue considerevolmente più basso assumendo del miele rispetto all’ingestione di semplice glucosio, saccarosio o destrosio.
Attraverso il consenso di un medico e indicazioni ben precise di un nutrizionista, per i diabetici è possibile mangiare alcuni tipi di miele ricchi soprattutto di fruttosio: questo zucchero semplice, infatti, non ha bisogno dell’intervento dell’insulina per essere metabolizzato!

IL MIELE È UN ALIMENTO PREZIOSO PER IL NOSTRO ORGANISMO

Il miele, oltre a contribuire agli effetti snellenti, merita un posto sulla nostra tavola per tutti i benefici che può portare. Tra i principali contribuisce ad avere un’azione: antiossidante, antimicrobica e antinfiammatoria. Inoltre, è stato testato che l’applicazione del miele sulle ferite stimola il processo di guarigione e la rigenerazione tissutale, aiutando anche a prevenire le infezioni secondarie e a ridurre l’infiammazione locale.
Alcuni studi, invece, hanno dimostrato che questa sostanza dolciastra aiuti l’organismo a distruggere le cellule cancerogene, prima che possano riprodursi e diventare un tumore vero e proprio.

Concludendo, dovremmo seriamente prendere in considerazione l’idea di sostituire gli zuccheri di tutti i giorni con il miele, non solo per le sue proprietà dimagranti, ma anche per tutti i benefici che apporta nell’ambito della prevenzione. Un cucchiaio di miele al giorno, potrebbe risparmiarci influenza, invecchiamento precoce e infiammazioni dell’organismo.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Nutrizionista Rossi

Nutrizionista Rossi

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.