Calorie Castagne

Calorie Castagne

Cosa sarebbe l’autunno senza le castagne? L’aspetto spinoso e verde del riccio racchiude questo seme gustoso e dai colori tipicamente stagionali prodotti dall’albero del castagno.

Composizione della castagna

Il seme castagna ha colore bruno con una parte superiore caratterizzata da una “torcia” costituita da residui di stili ed una parte inferiore che presenta una cicarice piu’ chiara chiamata “ilio”. All’interno del riccio che la contiene possono essere presenti uno o più semi, a seconda della tipolgia. La castagna è coltivata nelle zone europee con clima temperato, Africa ed Asia. La raccolta varia a seconda delle zone ma si concentra principalmente nei mesi autunnali.

Storia delle castagne

La castagna, già diffusa nel Mediterraneo in epoca remota, veniva usata come alimento principe già dagli antichi romani che la chiamavano “noce nuda” e successivamente “castanea” e ne venivano usate sia le foglie come riempimento per i materassi che il frutto come alimento.
Proprio per questo è stata una valida alleata di vari popoli nei periodi di carestia dell’epoca Medievale tanto da divenire una coltura “addomesticata” di cura e manutenzione dei castagneti (“la castagna: un frutto nella storia” di Pierluigi Nanni ).
Nella prima metà del Novecento poi la castanicultura in Italia risulta essere particolarmente florida soprattutto nelle zone di montagna e costituisce una buona fetta del mercato ortofrutticolo nazionale ed il suo commercio si espande anche oltre oceano.
Nella seconda metà del Novecento invece, a causa dell’industrializzazione e del conseguente abbandono delle zone rurali, la produzione di castagne cala notevolmente.
Oggi la castagna in Italia, nelle sue varie tipologie, viene commercializzata e consumata ottenendo anche marchi di tutela da parte della Comunità Europea(Wikipedia).
Questo per difendersi anche dai mercati internazionali particolarmente potenti come la Cina. Nell’epoca Medievale le castagne venivano usate per combattere emicrania e gotta mentre l’acqua di lessatura veniva somministrata a chi soffre di problemi cardiaci.

Proprietà, benefici e composizione della castagna

Oltre ad accompagnarci nelle prime serate fredde autunnali, magari con un buon bicchiere di vino rosso, la castagna risulta essere un alimento altamente digeribile e molto ricco da un punto di vista nutrizionale: contiene infatti tutte le vitamine dei gruppi B, C e D, aminoacidi, potassio, zolfo, magnesio, calcio e cloro
Ha un alto contenuto di carboidrati, ma anche proteine e zuccheri che lo rendono un alimento poco consigliato ai diabetici.
Cento grammi di castagne forniscono l’84% di carboidrati il 7% di proteine e il 9% di lipidi (Green me)
Proprio per questo lo scienziato Paul Henry, negli anni ’50 individuo’ la castagna come “integratore naturale” nelle patologie legate all’insufficienza venosa, cellulite e coadiuvante per il buon funzionamento del sistema linfatico in quanto ottimo drenante (“cure naturali.it”).
Oltre a questo è un ottimo antisettico, calcificante, ha potere rigenerante del sistema nervoso e strutturante dell’apparato scheletrico.

Composizione chimicavalore per 100gRDA (%)
Parte edibile82%
Acqua42,40g
Carboidrati disponibili41,80g
Carboidrati complessi28,30g
Zuccheri solubili10,70g
Proteine3,70g
Grassi (Lipidi)2,40g
Saturi totali
Monoinsaturi totali
Polinsaturi totali
Colesterolo0
Fibra totale8,30g
Fibra solubile0,72g
Fibra insolubile7,61g
Alcol (g)0
SodioND
PotassioND
FerroND
CalcioND
FosforoND
MagnesioND
ZincoND
RameND
SelenioND
Tiamina (Vit. B1)ND
Riboflavina (Vit. B2)ND
Niacina (Vit. B3 o PP)ND
Vitamina A retinolo eq.0µg
 0% RDA
Vitamina CND
Vitamina END
Vitamina B6ND
Vitamina B12ND
ManganeseND

La castagna in cucina

Fresca, secca, bollita, arrosto o ridotta in farina utilizzata in preparazioni di dolci come il Castagnaccio e la polenta tipicamente utilizzata in Italia nelle zone dell’Appennino Settentrionale.
Abbinata alle carni come ripieno, in altenativa al pane nelle insalate gustose.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Nutrizionista Rossi

Nutrizionista Rossi

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.