Alcool ed Alcolici nella dieta: come inserirli

Perché gli alcolici non sono un toccasana per la salute

I motivi per cui anche chi non è in dieta dovrebbe esagerare con l’alcol.’uso eccessivo e prolungato di alcolici, si sa, causa in primo luogo dipendenza.
La dipendenza da alcol è dannosa per ogni persona perché attacca ad un livello spesso inconscio e subdolamente impedisce di vivere una vita sana. Si inizia sempre co un bicchiere o una sbronza a causa di qualche difficoltà ricorrente nella propria quotidianità e si finisce col cambiare drasticamente le abitudini della propria vita, rinunciando spesso ad amici e familiare e preferendo serate in salitudine, con l’unica compagnia di tristezza e un bicchiere di vino.
Oltre a disagi psicologici però molti studi hanno confermato che gli alcolici causano danni diretti a molti organi, soprattutto fegato e cervello. Infatti, in questo caso, le cellule del fegato possono perdere le loro capacità rigenerative, portando alla cirrosi, una malattia che spesso uccide chi ne è affetto. Mentre il danno alle cellule cerebrali può portare ad ansia, depressione e nei casi peggiori anche a demenza. L’assunzione di alcolici deve quindi essere sempre limitata ad occasioni di feste in famiglia o party on gli amici e non dovrebbe essere in nessun caso incoraggiata nè giustificata se inizia a diventare un’attività lunga.
Persino l’assunzione di vino, che tutti i medici consigliano per le sue proprietà benefiche per l’apparato cardiovascolare, dovrebbe essere limitata ad un solo bicchiere al giorno.

Cosa succede se si bevono alcolici durante le diete: Tutti i principali svantaggi derivanti dall’assunzione di alcolici

Quando vuoi perdere qualche chilo in più, è normale porti questa domanda.
L’Italia infatti, insieme forse unicamente alla Francia, è principale esportatrice di vino in tutto il mondo, ciò ha significato un consumo di vino e conseguentemente di alcolici nella nostra cultura piuttosto diffuso.
Se però hai deciso che vuoi migliorare l’atteggiamento che hai verso il cibo perché non riesci più a vivere un giusto rapporto co il tuo corpo, gli alcolici non sono proprio un toccasana al tuo periodo di dimagrimento.
Di certo il tuo medico ti avrà proibito vino e alcolici così come dolci e bibite gassate; questo perchè un solo grammo di alcol contiene circa 7 calorie, quasi il doppio rispetto a quelle fornite da carboidrati e proteine, che hanno invece 4 calorie per ogni grammo. Di conseguenza l’alcol in dieta diventa un nemico mortale quasi quanto possono esserlo i grassi, che vantano il record di ben 9 calorie al grammo in media. In più non è neanche ricco di nutrienti per l’organismo, diventa cioè una ‘spesa’ inutile per il nostro corpo ed è per questo che le calorie derivanti dagli alcolici sono denominate calorie vuote: non aggiungono nulla se non la possibilità di mettere su peso.
Viene impiegato, inoltre, dall’organismo per soddisfare bisogni energetici immediati, sostituendosi praticamente alle sostanze energetiche più sane presenti nei pasti e sovraccaricando il corpo di calorie supplementari perchè appunto vuote.
Per di più l’alcol non può essere neanche utilizzato come ‘riempitivo’ durante i pasti come avviene per altre bevande come l’acqua, perchè non dona alcun senso di sazientà ed anzi vanta un pessimo difetto: rallenta il metabolismo.
Rallentare il metabolismo è l’esatto contrario di ciò che una persona in dieta si augura per il proprio percorso di dimagrimento; più è veloce il metabolismo e più velocemente vengno assorbiti e sfruttati gli alimenti ingeriti.
Oltre dunque a non presentare alcun vantaggio per quanto riguarda il consumo calorico o la dose di nutrienti, l’alcol inficia anche il resto del lavoro degli altri macronutrienti, bilanciando ad esempio la corretta operazione che fanno le proteine sul vostro corpo nell’accelerare il metabolismo dell’organismo.

Detto ciò però l’alcool, non va demonizzato eccessivamente e non deve necessariamente uscire dalla ostra vita per sempre. Ricordate che l’abuso, dentroo e fuori la dieta, non deve essere consentito, perchè è principale causa di cattiva alimentazione.
Così come dunque un pezzo di cioccolato fondente non visarà mai negato dal nutrizionista, così anche un bicchiere di vino o di birra possono essere inclusi in un regime alimentare ipocalorico, ovviamente con le dovute attenzioni. L’importante è che vi facciate sempre consigliare da personale esperto nell’assunzione di alimenti più ‘rischiosi’ per il vostro programma alimentare e che non entriate in astinenza da sgarro che potrebbe causare una fame nervosa e la voglia sfrenata di attaccarvi alla bottiglia!
Di certo dovrete stare molto attenti durante feste d’occasione e aperitivi, un rischio sempre presente per la vostra dieta; ma se seguirete i suggerimenti qui di seguito riuscirete a seguire la dieta con costanza, evitando di mandare all’aria gli importanti risultati della settimana, potendo comunque permettervi un bicchiere di tanto in tanto.

Consigli per bere senza ingrassare: come comportarsi quando non si vuole rinunciare ad un bicchiere ogni tanto

Ricorda sempre di ridurre all’oso le quantità. Cerca di non esgerare con il numero di bicchieri totali e di non ordinare un altro bicchiere prima di avere finito il primo. Controllando sempre cosa stai assumendo riuscirai a mantenere basso il livello di alcol concedendoti comunque un giusto sfizio.

Scegli i giusti alcolici, perché non sono tutti uguali! Privilegia quelli poco calorici, come una birra leggera o il classico spritz invece di i mix di alcolici, o sciroppi pieni di zucchero e super grassi, come mojito, margarita ecc Oppure opta per i liquori che hanno solitamente meno calorie e carboidrati rispetto ad altre bevande alcoliche, e molti meno zuccheri, i liquori hanno anche un contenuto di alcol per volume maggiore rispetto alla birra o al vino, vale a dire che assumi molte meno calorie. O ancora prediligi il whiskey, il brandy o la tequila, perché non contengono carboidrati. Evita invece i cicchetti: essendo in mini porzioni ti daranno la sensazione di non star esagenrando e contemporaneamente la voglia di provarne di più tipi

Per evitare di entrare troppo in tentazione, prova a mescolare gli alcolici con drink dietetici o la soda. Potresti trovare una giusta combinazione di gusto che non darà troppo peso alle calorie in più.

Sostituisci una bevanda alcolica con una non alcolica.

Se sei con gli amici durante un aperitivo, non hai bisogno di ingrassare per divertirti, prediligi quindi le bibite non gassate rispetto a quelle gassate che sono un nemico assai rischioso per la tua salute.
Inoltre le bevande gassate possono provocare gonfiore e ritenzione idrica, causando disidratazione, esattamente il modo in cui il motivo per cui potresti aver sentito parlare di “pancia da birra“, che si forma quando si beve birra e altre bevande alcoliche gassate che stimolano un maggiore deposito di adipe attorno alla vita.

Non bere a stomaco vuoto. In primo luogo perchè l’alcol è maggiormente pericoloso se non hai mangiato nulla. Se vuoi ridurre il conteggio calorico giornaiero, devi scegliere accuratamente anche il buffet durante la cena o l’aperitivo.
Se hai intenzione di concederti qualche lusso in più nel bere, dovrai privarti di qualche leccornia: invece di rischiare dunque con stuzzichini aggressivi come noccioline o patatine, evita i prodotti del ar e prediligi frutta, verdura, bresaola e formaggi freschi. Anche se una volta bevuti alcuni drink, potresti sentire il bisogno di sgranocchiare patatine fritte, nachos o dei bocconcini di mozzarella; non cedere a queste tentazioni, potresti pagarne le conseguenza il mattino dopo, maledicendo il piccolo sfizio che hai voluto concederti.
Uno sgarro ogni tanto è importante per il prosiego del tuo percorso ma se esageri invece di dimagrire potresti vederti sempre peggio allo specchio con in più l’aggravio psicologico di pensare di aver fatto molte rinunce!
Se ti sei impegnato tanto in una dieta di prodotti integrali per settimane o mesi il tuo corpo non è più abituato a cibo poco salutare e oltre a reagire male accumulandolo in fretta, potrebbe rifiutarlo facendoti stare anche male con lo stomaco.
L’organismo finisce in ogni caso con l’immagazzinare come tessuto adiposo tutto quello che non è nutriente; se consumi degli alimenti fritti dopo una serata di bagordi, è probabile che ti ritroverai con il girovita più ampio di qualche centimetro.

Bevi un bicchiere d’acqua fresca tra un cocktail e l’altro: l’acqua è sempre un’ottima soluzione per bere o mangiare meno, ti mantiene idratato ed evita più di ogni altra cosa che tu ingerisca più di quel che ti è permesso.

Sorseggia molto lentamente il drink che durerà più a lungo impedendoti di bere ancora e di introdurre così altre sostanze nocive nell’organismo.

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Utilizza il form sottostante per affinare la tua ricerca

Trovi interessante questo articolo? Aiutaci a condividerlo sui social!
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Nutrizionista Rossi

Nutrizionista Rossi

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

Puoi cancellare la tua iscrizione in ogni momento cliccando nel footer delle nostre email. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy policy. Usiamo MailChimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a MailChimp per l’elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di MailChimp qui.