Consigli Alimentari

Quali sono i consigli alimentari migliori per stare bene? La risposta a questa domanda varia a seconda delle esigenze specifiche del soggetto, ma è bene ricordare che esistono dei consigli generali utili da tenere presente in tutti i casi.

Mangiare sano: cosa non fare

I consigli alimentari più importanti a livello generale prevedono regole che è fondamentale seguire. Una di queste prevede il fatto di non saltare la colazione, il pasto più rilevante della giornata, che dovrebbe essere effettuato evitando l’apporto di zuccheri raffinati e concentrandosi anche sull’assunzione di fibre.

Cosa è quindi utile mangiare? Di alternative al proposito ce ne sono diverse. Si passa dai muesli, alle barrette, a frutti come le prugne secche, fino ai fiocchi d’avena.

Come mangiare bene e restare in forma

Quando si discute di consigli alimentari si chiamano in causa numerosi suggerimenti quotidiani che dovrebbero essere messi in pratica a prescindere da conformazione fisica, livello di attività motoria e allergie o intolleranze.

In questo novero è possibile includere la necessità di bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, possibilmente lontano dai pasti. Bere acqua è fondamentale per diversi motivi: l’apporto idrico è cruciale per l’idratazione della pelle, per la disintossicazione dell’organismo e per l’ottimizzazione delle prestazioni cognitive.

Come alimentarsi in gravidanza

Chi cerca informazioni sui consigli alimentari migliori spesso si documenta per trovare soluzioni utili in gravidanza. In questo periodo speciale della vita, una donna deve alimentarsi mettendo in primo piano l’apporto di alcuni principi nutritivi, come per esempio le proteine, che ricoprono un ruolo fondamentale nella crescita del feto.

Altro suggerimento da non dimenticare riguarda l’apporto di frutta: durante la gravidanza è fondamentale non trascurare l’assunzione di vitamina C, un oligoelemento decisivo per quanto riguarda l’efficienza del sistema immunitario. Da consumare con parsimonia è invece il sale da cucina, che favorisce la ritenzione idrica.

Quali zuccheri consumare in gravidanza?

I consigli alimentari da seguire in gravidanza comprendono anche indicazioni relativa al consumo degli zuccheri. Durante i nove mesi di gestazione è importante evitare o diminuire fortemente l’apporto di zuccheri semplici, ossia i carboidrati che derivano da bibite gassate, zucchero bianco e dolci industriali.

Da prediligere è l’apporto di glucidi provenienti da pane e pasta integrale, alimenti che permettono di tenere sotto controllo la linea in quanto fanno sì che i carboidrati vengano rilasciati più lentamente nel sangue.

Per quanto riguarda invece i grassi, è bene preferire il consumo di olio di oliva extra vergine – meglio se crudo – e fare attenzione a togliere da alimenti come prosciutto o fette di carne il grasso visibile. L’ultimo consiglio che diamo è quello di controllare l’etichetta dell’acqua che si acquista, per appurare che sia sufficientemente ricca di calcio, un minerale che ricopre un ruolo essenziale nell’alimentazione durante la gravidanza.