Cellulite

La cellulite è un inestetismo legato alla ritenzione idrica e alla diminuzione della produzione di collagene. Tra i fattori di rischio legati alla sua insorgenza ci sono la vita sedentaria e una dieta povera di liquidi.

Dieta anti-cellulite: da dove partire

Per una dieta contro la cellulite orientata all’efficacia è quindi consigliabile integrare prima di tutto i liquidi nel proprio regime alimentare quotidiano. Questo vuol dire prima di tutto aumentare l’apporto idrico e bere almeno 2 litri d’acqua al giorno lontano dai pasti.

In secondo luogo è utile concentrarsi sull’apporto di vitamina C, una sostanza che migliora la microcircolazione, e assumerla per esempio attraverso spremute di arancia la mattina a colazione.

Dieta per combattere la pelle a buccia d’arancia

Una dieta anti-cellulite deve essere caratterizzata dall’eliminazione o dal consumo moderato di alcuni alimenti, tra i quali è fondamentale includere il sale marino, che stimola la ritenzione idrica e che, se consumato in quantità eccessiva, è dannoso per la pressione.

A tal proposito è utile ricordare che è bene moderare anche il consumo di verdure crude, che contengono appunto una grande quantità di sali minerali. Per ovviare al problema è possibile optare per la cottura al vapore e di incrementare l’assunzione di melanzane, cavolo e porri.

Dieta contro la ritenzione idrica: quali alimenti scegliere?

La dieta anti-cellulite ideale, come già ricordato, prevede il contrasto alla ritenzione idrica, motivo per cui è molto utile assumere verdure a foglia verde e frutta secca, alimenti che aiutano il drenaggio linfatico e contribuiscono a eliminare gli antiestetici cuscinetti.

Sempre per combattere il gonfiore è consigliabile non escludere il pesce azzurro che, grazie al contenuto di grassi omega 3 e omega 6, ha un ottimo effetto antinfiammatorio. Da ricordare è anche il ruolo benefico dei frutti rossi che, in virtù della presenza della vitamina P, aiutano a migliorare la circolazione ematica.

Dieta anti pelle a buccia d’arancia: gli alimenti da evitare

Concludiamo questa breve guida dedicata a chi vuole combattere la cellulite con la dieta ricordando quali sono gli alimenti che andrebbero esclusi o consumati con moderazione. Oltre al sale, è bene contenere anche il consumo di olio, cercando di orientarsi su quello d’oliva crudo che contiene grassi di origine vegetale.

Da escludere sono anche gli insaccati, in quanto carichi di sodio e in grado di favorire la ritenzione idrica. Una dieta anti-cellulite dovrebbe essere caratterizzata anche dall’esclusione di formaggi particolarmente grassi o stagionati, oltre che dalla carne rossa, che ha effetti tossici sulle cellule adipose.

Da moderare è infine l’assunzione di zucchero bianco raffinato, che contribuisce all’insorgenza della cellulite, alla demineralizzazione dell’organismo e allo sviluppo del diabete di tipo 2. Per sostituirlo si può scegliere lo zucchero di canna, il miele, la stevia, il fruttosio, lo sciroppo d’acero, la melassa.